mercoledì 3 giugno 2009

Voli di Stato per i sollazzi del premier

Qualche foto del clown nazionale è riuscita a sfuggire alle grinfie della censura governativa. Così La Repubblica riesce a pubblicare gli scatti in cui si vedono giullari alla corte di re Silvio da Arcore scendere dall'aereo presidenziale, dopo avere usufruito di viaggio gratis fino a Villa Certosa, trasportati fin lì per andare a divertire sua maestà.
La Russa, che seppure stento ancora a crederci è ministro della Repubblica, tenta, ospite della trasmissione otto e mezzo, una difesa tanto ridicola che sembra pronunciata da Topo Gigio:
«gli aerei di Stato hanno una soglia minima di ore di volo e le devono fare anche a costo di viaggiare vuoti. Quindi è comunque meglio che trasportino qualcuno piuttosto che volino senza passeggeri».
Il ministro (sic!) La Russa, riesce anche a trovare una giustificazione a tale boiata, che sarebbe da non credere se non fossimo nel regno di Pulcinella:
«il Governo Prodi, dopo gli scandali (Mastella, Rutelli al GranPremio) ha modificato le regole sui voli di Stato. Ma le ha cambiate in maniera troppo restrittiva e noi siamo stati costretti a rimodificarle»
permettendo praticamente a chiunque di poter volare su aerei di Stato a spese dei cittadini. Spese ovviamente a molti zeri. Visti i precedenti che raccontano di un governo Berlusconi che ha fatto salire tali spese a 63 milioni nel 2005, contro i 23 milioni di euro nel 2002, è facilmente immaginabile che anche questa volta, specie con la "direttiva tutti-a-bordo", i costi dei voli di Stato che con Prodi erano di nuovo scesi a 35 nel 2007, lieviteranno a beneficio dei sollazzi di sua maestà.
Difficilmente si può capire come a giustificare tanto sperpero di denaro pubblico si possa dire una stupidaggine come quella affermata da La Russa. Ma pensando di applicare lo stesso criterio usato dal ministro per giustificare i viaggi dei cortigiani, si potrebbe ipotizzare che gli esponenti di questo governo hanno una soglia minima di cazzate da raccontare e devono farlo anche a costo di essere ridicoli. Quindi ritengono che sia meglio riempirsi la bocca di minchiate piuttosto che mostrarsi platealmente come delle teste vuote.

7 commenti:

Giovanni Greco 3 giugno 2009 16:27  

Così si consumano i soldi degli italiani... Ricoadate quando andrete a votare, pensate bene chi votare.

Tisbe 3 giugno 2009 17:18  

Il problema è che queste notizie i Tg nazional popolari non le trasmettono!

Riverinflood 3 giugno 2009 18:24  

Ho un brutto presentimento per costoro: tanto va la gatta al lardo...

silvio di giorgio 3 giugno 2009 18:38  

non so chi sia stato più ridicolo nel tentativo di difendere berlusconi: frattini o la russa? bella lotta...

Uhurunausalama 3 giugno 2009 18:52  

La russa ha fatto una pessima figura:a parte che ho dovuto mangiare dopo e non durante la trasmissione,perchè la sua vista mi provoca dei rigurgiti non indifferenti!..poi mi è 'piaciuto' il modo in cui ormai giustificano le loro decisioni:'l'ha fatto anche il precedente governo...'..ambè..allora...
Già mi aveva scandalizzato la storia di Scajola e del volo ad hoc da e per Albenga...
Guarda, Sartori ad otto e mezzo ieri parlava di sultanato: vagli a dar torto...!

Le Favà 3 giugno 2009 19:17  

Probabilmente avere Apicella vicino sarà giustificato com un modo per alleviare la pesantezza dei pensieri alti e dotti dei ministri e ovviamente dello stesso berlusconi....

E comunque La Russa sorride sempre quando vede un carro armato. Magari ne stava passando uno quando è stata scattata la foto.

Loris 4 giugno 2009 02:21  

Con questo governo il fondo non lo si tocca mai.C'è sempre qualche cosa che fa urlare al peggio.

Posta un commento

Articoli correlati

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP