mercoledì 14 maggio 2008

Il nuovo governo e la sua ombra (flebile)

Re Silvio IV si è presentato a Montecitorio ed ha pronunciato il suo discorso, per chiedere la fiducia al suo governo da parte del parlamento. Due i filoni del discorso, sostanzialmente: crescita e sicurezza. Con contorno di federalismo fiscale, antiabortismo e grandi opere, richieste di aiuto a Dio ed anche alla Fortuna, chè non si sa mai. E già che c'è, chiede anche l'aiuto del premier ombra Uolter e del suo governo ombra, che potrà fare proposte ombra, dopo consigli di ministri ombra e colloqui dei ministri ombra con quelli veri e neri. Dell'opposizione? Nemmeno l'ombra ...
Re Silvio IV ha ricevuto applausi a piene mani, più volte anche dai parlamentari ombra, che hanno fatto notare quanto sia stato apprezzato il tono del discorso del sovrano. Tanto apprezzato che i ministri ed i parlamentari ombra, hanno fatto sapere che voteranno i provvedimenti condivisi con il governo vero e nero, "ma anche" faranno opposizione.
Viste le dichiarazioni programmatiche di Re Silvio IV, è difficile immaginare chiisà quale opposizione da parte del PD: non è forse d'accordo il governo ombra con gli obiettivi di crescita del governo di Re Silvio IV? Se il governo ombra fosse il governo vero, non proporrebbe forse la realizzazione di megainfrastrutture? Non era forse nel programma del governo ombra, l'obiettivo di maggiore produttività o il federalismo fiscale? E credete forse che il governo ombra sia allarmato, dalla deriva securitaria del governo vero e nero?
Per vedere uno straccio di opposizione politica, bisognerà confidare in Di Pietro e nella sua IDV (sic!). Mentre il governo vero e nero ed il governo ombra, dialogano per raggiungere insieme gli obiettivi di crescita economica e repressione.
Si prevede un periodo scuro per l'Italia. E nell'oscurità, si sa, le ombre non si formano ...

6 commenti:

Riverinflood 14 maggio 2008 17:28  

Ma come stiamo? Ancora in piedi, momentaneamente, eh eh eh...

Sandro Viuuulenza! 14 maggio 2008 19:10  

Berlusconi, nel presentare alle Camere il suo governo numero 3, ha chiesto non solo l'aiuto del governo ombra, ma persino dell’altissimo. “Per aiutare tutti noi - ha detto il 71enne Cavaliere di Arcore nel passaggio finale del suo discorso a Montecitorio - invochiamo l’aiuto di Dio e anche un po’ di fortuna”. E in effetti un po’ di buona sorte - anche nelle aule giudiziarie - ci vorrà davvero per questo Berlusconi 3. Che conta - per ora - 21 ministri. E 37 sottosegretari. Ma pure - e neo premier a parte - 3 indagati, un imputato e un ministro in attesa di rinvio (o meno) a giudizio. Più - e per concludere il bilancio degli inguaiati (giudiziariamente parlando) - ben 2 condannati definitivi in sede penale. E altri 2 sempre condannati, ma dalla Corte dei conti. Totale - ed escluso un ex ospite delle patrie galere (poi assolto) - la bellezza di nove tra “inguaiati” ed ex . Su 58. Roba da record. O quasi. E per di più siamo solo all’inizio (di legislatura).

Saluti

Bamboccioni alla riscossa

zapatos 15 maggio 2008 00:06  

Troppo nero per avere delle ombre, concordo in pieno.

Franca 15 maggio 2008 10:30  

Però così magari arriva la presidenza di qualche Commissione parlamentare...

BC. Bruno Carioli 15 maggio 2008 15:32  

Ho letto in un blog che berlusconi s'è veltronizzato.
Potenza dell'ombra.

Crocco1830 15 maggio 2008 16:26  

@ riverinflood: per ora sì. Vedremo per quanto.

@ sandro viuuulenza!: probabilmente il nuovo governo, riuscirà a battere anche questo record.

@ zapatos: nell'oscurità le ombre non si distinguono più.

@ franca: un nuovo partito il PD, per continuare una vecchia politica.

@ bruno: veltrusconi alla riscossa!

Posta un commento

Articoli correlati

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP