giovedì 14 febbraio 2008

Ancora un colpo per la sicurezza. Prorogati i termini per la formazione sui ponteggi

Ricorderanno gli addetti ai lavori il Decreto Legislativo 235/2003, relativa ai requisiti minimi di sicurezza e di salute per l'uso delle attrezzature di lavoro da parte dei lavoratori. Questo Decreto aveva modificato il Decreto Legislativo 626/94 agli articoli 36 quarter e quinques. In particolare il D.Lgs. 235/2003 sarà ricordato nell'ambiente edile, poichè in particolare è intervenuto sulla formazione obbligatoria, per mezzo di docenti qualificati, degli addetti al montaggio e smontaggio dei ponteggi e degli addetti all'impiego dei sistemi di accesso e posizionamento mediante funi. Lo stesso Decreto 235/2003, fissava anche un termine ultimo per l'erogazione della formazione (che deve comprendere una parte teorica, una pratica ed una di primo soccorso) ai suddetti lavoratori ed indicata al 19 luglio 2007.

E' evidente l'importanza che viene attribuita a tali corsi, visto che la maggior parte degli infortuni mortali nel settore delle costruzioni è causata dalla caduta dall'alto, contando oltre il 40% dei casi di morte sul lavoro nell'edilizia. Inoltre, a rimetterci la pelle sono spesso lavoratori alle prime armi, con poca o nessuna esperienza e lavoratori immigrati spesso in difficoltà con la lingua italiana. Dati insomma che evidenziano una sempre maggiore necessità di percorsi formativi adeguati.

A fronte di queste evidenze, il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, attraverso la sua Direzione Generale della Tutela delle condizioni di lavoro, ha emesso la Circolare n.3 del 25 gennaio 2008, con la quale di proroga il termine ultimo per l'erogazione della formazione stabilita con Decreto 235/2003, stabilendo che l'attività formativa deve essere svolta entro e non oltre il 23 febbraio 2009.

Così, mentre il mondo del lavoro si interroga sulle possibili soluzioni per mettere fine allo stillicidio quotidiano nei luoghi di lavoro; mentre si continua a registrare un morto sul lavoro ogni 7 ore, ogni girno della settimana, per tutto l'anno; il Ministero del Lavoro con una scelta di tempo che dire imbarazzante è poco, proroga di due anni la scadenza di attività formative obbligatorie, per un campo in cui, come detto, si registrano i maggiori drammi lavorativi.

Questa nuovo colpo inferto alla tutela dell'integrità fisica dei lavoratori, dopo i tentativi di stoppare il percorso legislativo del Decreto 123/07 da parte di Confindustria, indicano purtroppo con chiarezza che in certi ambienti della vita dei lavoratori non interessa un bel niente.

4 commenti:

Anonimo,  19 febbraio 2008 13:05  

Spero faccia piacere a tutti se mi permetto di segnalare un iniziativa veramente interessante dedicata al mondo della Sicurezza sul Lavoro, della Tutela Ambientale, della Qualità, della Privacy e dell’Etica.
Visitate il sito www.si-web.it e fatemi sapere le vs. osservazioni.

Grazie

Gianluca

Anonimo,  10 marzo 2008 13:39  

Bel sito Davvero! Complienti!!!

Anonimo,  10 marzo 2008 13:40  

Davvero utilissimo in azienda...che dire grazie mille per la segnalazione!

Franco

Anonimo,  10 marzo 2008 13:41  

Fantastico davvero!

Posta un commento

Articoli correlati

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP