mercoledì 14 ottobre 2009

Il problema è la Binetti? Ma non prendeteci per il culo!

Ieri di nuovo si è resa protagonista l'anima cattolica oltranzista del parlamento. In sintesi è successo questo. Era stato richiesto da Lega, PDL e UDC che il testo del DDL sull'omofobia, che prevedeva l'aggravante omofoba per le aggressioni personali, tornasse in commissione giustizia per alcune "limature". PD ed IDV votano contro il rinvio in commissione, il testo rimane in assemblea e quindi sottoposto al voto sulla pregiudiziale di incostituzionalità presentato dall'UDC. Risultato: 285 voti a favore, 222 contrari e 13 astenuti.

Il lavoro di mesi per arrivare ad una moderata legge contro l'omofobia, è inciampato nel bigottismo parlamentare. Tutto lavoro inutile e tutto eventualmente da rifare. Quello stesso Parlamento, solo poche settimane fa ha rigettato la pregiudiziale di incostituzionalità sullo scudo fiscale. In due parole: chi rappresenta la volontà popolare ha dichiarato che evadere le tasse rientra tra i principi costituzionali, mentre il rispetto per l'orientamento sessuale no!
Tra i voti favorevoli alla pregiudiziale di incostituzionalità, quello di Paola Binetti, teodem del PD. Il PD ora, a detta del suo segretario Franceschini, ha un "un serio Binetti". Diamo il buongiorno a Franceschini, che pare si sia finalmente svegliato e già prova a prenderci per il culo! Il problema Binetti esiste ma è tutto interno al partito, ma il voto della signora col cilicio era numericamente ininfluente.

Il problema è un Parlamento che anzichè laico risponde ai desiderata del Vaticano.
Il problema sono i rappresentanti di uno Stato sulla carta laico, che hanno il coraggio di accostare l'omosessualità con incesto, pedofilia, zoofilia, sadismo, necrofilia, masochismo e via sproloquiando, dimostrando una inaudita violenza nel linguaggio.
Il problema è il PD e questa opposizione fantoccio, priva di identità volutamente lasciata alle spalle, salvo ora navigare a vista.
Il problema è che contro chi non si lascia normalizzare, si scagliano sia i fascistelli che picchiano con le spranghe, sia i rappresentanti in Parlamento dei vari svastichella che picchiano con le loro armi bianche.

9 commenti:

Lost Knight 14 ottobre 2009 17:06  

è assolutamente scandaloso tutto ciò che sta accadendo e i nostri politicanti sono i peggiori della storia, da ambo le parti. Ieri ho sentito dire da Storace "Non si è discusso solo di omofobia ma anche dell'abolizione delle province e credo che alla gente interessi più l'abolizione delle province che una legge contro l'omofobia"...

Riverinflood 14 ottobre 2009 18:11  

La Binetti è nel mazzo! Mi pare che questi progressisti illuminati abbiano ripetuto lo stesso giochino (quando si assentarono sullo scudo fiscale). C'è del marcio nel Pd, soprattutto perché oracola bene e gozzoviglia male. È un problema generale di sottomissione culturale ai paonazzi del vaticano; ma è anche il problema della vigliaccheria e della ignoranza.

Filippo,  14 ottobre 2009 20:11  

Mah, io francamente non vi capisco. Non capisco perchè se un ragazzo viene bastonato e rapinato, ma si scopre che era anche omosessuale, chi l'ha rapinato deve avere un'aggravante sulla pena. Se anche fosse stato picchiato solo per l'omosessualità, non c'è differenza nel reato: le persone non si bastonano perchè è insito nella Costituzione così come nella morale che non si aggredisca il prossimo.
Se una persona viene picchiata SENZA MOTIVO, c'è un'aggravante, ma badate bene che questa aggravante non discrimina la persona, ma il reato. Così come il reato di stupro e tutti gli altri per i quali è prevista un'aggravante della pena. Nella proposta bocciata invece assistiamo al contrario: discriminazione della preferenza sessuale della vittima, e NON del reato: il reato sarà comunque di aggressione per futili motivi, o stupro, ecc ecc, per i quali è già prevista un'aggravante della pena che non comporti discriminazione e che pertanto è in regola con la Costituzione. Io non so quali siano le ragioni che abbiano spinto la Binetti, certamente qua non si tratta del problema di Stato Laico o Stato Cattolico, qua si tratta del rispetto della Costituzione.

il Russo 14 ottobre 2009 21:07  

Oh madonna: concordo con te dalla prima all'ultima riga, qua mi sa che i Maya avevano ragione e la fine del mondo è vicina... :)

Daniele Verzetti, il Rockpoeta 14 ottobre 2009 23:50  

Anch'io ho parlato di questo. Avevo anche parlato della manifestazione del 10 ottobre e questa é la vergognosa risposta parlamentare.

Pierprandi 15 ottobre 2009 11:40  

Concordo il problema non è la Binetti in se ma un PD privo d'identità. A presto

tommi 15 ottobre 2009 12:40  

purtroppo questo parlamento non si può cambiare e anche quando il pd fa finta di darci dentro non ha i numeri per impensierire lo strapotere della maggioranza. altro che binetti.

Matteo 15 ottobre 2009 20:06  

Filippo, forse non ti è chiara una cosa, qui non si vuole dare una pena maggiore per le aggressioni senza motivo contro gli omosessuali: al contrario, si deve dare una pena maggiore per le aggressioni IL CUI MOVENTE E' LA DISCRIMINAZIONE SESSUALE, che è ben diverso, ti faccio notare che esiste una legge come quella Mancino che vale per il razzismo.
Il principio è che l'aggressione è più grave se la si commette per omofobia. Purtroppo questa era una proposta troppo moderata frutto degli inciuci del pd, invece ci sarebbe voluta una legge che costituisse il REATO DI OMOFOBIA E TRANSFOBIA, ovvero oltre al reato di aggressione, ci dovrebbe essere un altro reato qualora sia provata l'intenzione discriminatoria del reo.
Naturalmente un reato del genere varrebbe anche quando non c'è un'aggressione ma anche un insulto verbale.

Anonimo,  24 ottobre 2009 22:41  

"Il problema è che contro chi non si lascia normalizzare, si scagliano sia i fascistelli che picchiano con le spranghe, sia i rappresentanti in Parlamento dei vari svastichella che picchiano con le loro armi bianche."

Dissero i "normalizzati" progressisti, scagliandosi e picchiando con le loro futili parole.

Posta un commento

Articoli correlati

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP