giovedì 30 ottobre 2008

Roma, 29 ottobre 2008. L'insegnamento di Kossiga.


Il 23 ottobre scorso, Quotidiano Nazionale pubblica un'intervista di Kossiga che dice:
"Maroni dovrebbe fare quello che feci io quando ero ministro dell'Interno. In primo luogo lasciare perdere gli studenti dei licei, perche' pensi a cosa succederebbe se un ragazzino di dodici anni rimanesse ucciso o gravemente ferito... Lasciar fare gli universitari. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle universita', infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le citta. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovra' sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri. Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pieta' e mandarli tutti in ospedale - ha continuato - Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in liberta', ma picchiarli e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano. Soprattutto i docenti. Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine si".

Poi capita che ...



Non c'è troppo da stupirsi. I metodi sono vecchi di 40 anni. Sono metodi di repressione già ampiamente applicati nel G8 di Genova nel 2001. Il governo è quello di sette anni fa, con qualche velina in più e sempre meno democrazia.

7 commenti:

silvio di giorgio 30 ottobre 2008 19:57  

la prossima volta che cossiga parlerà non dirò: questo straparla...dirò: occhio, questo minaccia

poldo 30 ottobre 2008 22:23  

Credo che la storia sia una bufala.Il ragazzo con la maglia blu non è un poliziotto,guarda il mio post.
Ciao

SCHIAVI O LIBERI? 30 ottobre 2008 22:40  

Resta il fatto che ad una manifestazione non ci si presenta con manganelli.

Aride 30 ottobre 2008 23:27  

Kossiga se ne deve andare a casaaaaa!!!! E' una vergogna...

poldo 30 ottobre 2008 23:48  

Resta il fatto che i fascisti devono tornare nelle fogne!
Com'è possibile riuscire a portare un furgone carico di spranghe a pochi metri dal senato,se a Milano qualche anno fa un gruppo di antifascisti sono stati arrestati perchè fermati su di un furgone con una tanica di benzina,un generatore di corrente,delle bottiglie di birra vuote (e altre piene e chiuse)e due fumogeni?Accusati di trasporto di esplosivi!Arrestati per più di un mese in attesa di giudizio,mentre questi luridi topi di fogna sono andati davanti al senato con le spranghe...già questa per me è una prova del fascismo al governo.

Riverinflood 30 ottobre 2008 23:53  

I metodi sono vecchi come il Kosigga, che da bravvo sardo spara minkiatte spacciandole per dichiarazionni di statto.

tualet 31 ottobre 2008 13:06  

Semplicemente disgustoso...

Posta un commento

Articoli correlati

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP